Bloggin Madrid

Gli imperdibili di febbraio

Categoria: Arte e cultura, Bambini, Divertimento, Mangiare e bere, Sport febbraio 6, 2017

Febbraio a Madrid è il mese dell’arte contemporanea, della moda, della magia, del Carnevale… Scopri tutto quello che non devi perderti se vuoi vivere al meglio la tua visita nella capitale spagnola!

L’arte contemporanea segna l’agenda di febbraio con la celebrazione di diverse ferie, come la Fiera Internazionale di Arte Contemporanea ARCOmadrid, uno degli appuntamenti più importanti a livello mondiale con i creatori più innovativi e rinomati specialisti del settore, che celebra il suo 36º anniversario; Art Madrid’17, che, in occasione della sua dodicesima edizione, riunisce 43 gallerie nazionali e internazionali che operano con pittura, scultura, opera grafica, fotografia e videoarte dal XX secolo in poi; JustMAD nella sede del Colegio de Arquitectos de Madrid, dal 21 al 26 di febbraio; la prima edizione di URVANITY nel Palacio de Neptuno dal 23 al 26; e FLECHA, che riunisce i lavori di 53 artisti nel Centro Comercial Arturo Soria Plaza, dal 9 febbraio al 5 di marzo (entrata gratuita).

La moda sarà la protagonista degli spazi di Ifema dal 16 al 21 febbraio con la Mercedez Benz Fashion Week Madrid . I designer di moda all’avanguardia e visionari di tutto il mondo, sia affermati che emergenti presentano in questi giorni le collezioni Autunno/Inverno 2017/18.

Se visiterai Madrid dal 24 febbraio all’1 marzo, avrai l’opportunità di conoscere il Carnevale madrileno, che riempirà le vie e le piazze della città con sfilate per bambini, festival di musiche e danze del mondo, concerti e le tradizionali chirigotas, comparsas e murgas.

Tra gli appuntamenti gastronomici, ti segnalo Madreat, dal 17 al 19 febbraio ad Azca; e la Ruta de la Fabada (Tour della Fabada, piatto asturiano a base di fagioli e carne), un tour gastronomico a cui partecipano oltre 20 locali specializzati nella cucina delle Asturie a Madrid e dintorni.

Se stai cercando qualcosa da fare in famiglia, ti consiglio di prenotare i biglietti per l’VII Festival Internacional de Magia – Magia da Vicino al Teatro Circo Price, a cui partecipano alcuni dei migliori maghi del mondo e che include un concorso in cui illusionisti di varie nazionalità creano uno show senza precedenti.

A febbraio arrivano a Madrid gli Shunk Anansie. La formazione di metal rock alternativo arriva sul palcoscenico de La Riviera per presentare il suo nuovo lavoro, Anarchytecture, con cui ripropone tutti i classici che la band inglese ha creato durante la propria carriera.

Nell’ambito dell’Atlantic Sons Festival, Misia offre un’esibizione con le migliori interpretazioni di fado, bolero e tango.

L’agenda musicale di febbraio è piena inoltre di proposte di musica classica e di opera, come La Villana, una zarzuela spagnola diretta da Antonio Fauró, ispirata all’opera Peribáñez e il Commendatore di Ocaña di Lope de Vega, e che si avvale della collaborazione dell’Orchestra della Comunità di Madrid.

Sempre al Teatro de La Zarzuela si svolge il Ciclo Di Lied, con le esibizioni di Christian Gerhaher, accompagnato al pianoforte dal suo connazionale Gerold Huber, e di Matthias Goerne, che eseguirà l’interpretazione delle opere selezionate da Goerne firmate da compositori del calibro di Robert Schumann, Hugo Wolf e Hanns Eisler.

Dal 17 al 19 febbraio a Los Teatros del Canal potrai assistere a disPLACE, un’opera da camera scritta da Helena Tornero e con la composizione musicale di Raquel García-Tomás e Joan Magrané che racconta il dramma sociale degli sfratti e delle differenze di classe.

Il 22 febbraio János Kovács dirige tre opere in memoria del pianista e direttore ungherese Zoltán Kocsis, scomparso di recente.

Dal 20 al 26 febbraio il Teatro Real accoglie La ciudad de las mentiras, una produzione del teatro ispirata alle storie Un sueño realizado (Un sogno realizzato), El álbum (L’album), La novia robada (La sposa rubata) ed El infierno tan temido (L’inferno temuto) dello scrittore uruguaiano Juan Carlos Onetti.

Sempre il Real mette in scena Billy Budd, un’opera in due atti basata sull’omonimo romanzo dello scrittore americano Herman Melville e realizzata da Benjamin Britten, che debutta in Spagna con la partecipazione del Coro e dell’Orchestra titolari del Teatro Real e del gruppo dei piccoli cantori della JORCAM.

Se preferisci assistere a un concerto di flamenco jazz, ti raccomando l’esibizione di Jorge Pardo e Pepe Habichuela, nell’ambito della nuova edizione del ciclo Fronteras (Frontiere). I due artisti presenteranno in formato quintetto una produzione che fonde il meglio delle loro carriere e in cui aggiungono, come novità, l’elemento della danza. Si tratterà anche di un omaggio ai maestri Enrique Morente e Paco de Lucía.

Se ti piace il flamenco, non perderti Voces di Sara Baras, che nella rappresentazione della prima al Teatro degli Champs-Élysées di Parigi ha ottenuto un’ottima critica e, in seguito, ha riscosso successo in Messico, negli Stati Uniti e, naturalmente, in Spagna.

Nell’ambito del Festival de Otoño a Primavera, a febbraio si svolgono Le mouvement de l’air (Il movimento dell’aria) della compagnia francese Adrien M & Claire B, un pezzo di danza moderna con coreografie acrobatiche e creazioni digitali; e Give Me a Reason to Live della ballerina scozzese Claire Cunningham, un assolo di danza in cui analizza la sua disabilità motoria ispirandosi a Hieronymus Bosch.

Sempre a los Teatros del Canal I Balletti di Montecarlo interpretano Romeo e Giulietta, alle battute di Serguéi Prokofiev, un’impressionante produzione che vanta la coreografia di Jean-Christophe Maillot.

Romeo e Giulietta, in una una versione rinnovata di danza e percussioni, accompagnata dalla musica del gruppo Estopa, sono anche i protagonisti di Rumba, il nuovo spettacolo ideato dalla compagnia Mayumana.

Dopo aver viaggiato attraverso tre continenti, la compagnia La Fura dels Baus torna a Madrid, dal 9 al 19 febbraio, con Carmina Burana, uno spettacolo in cui si fondono la musica di Carl Orff e l’inconfondibile magia teatrale del gruppo catalano.

La compagnia di danza urbana Brodas bro festeggia il suo primo decennio di vita con uno spettacolo indimenticabile che fonde musica, ballo e alcune gag divertenti.

Tra le esposizioni che terminano a febbraio, ti segnalo L’arte di Clara Peeters e Presentazione speciale: Immacolate, che include opere di Zurbarán, Mateo Cerezo e Valdés, fino al 19 febbraio al Museo del Prado; e Francisco Bores. Gouaches per Il Corvo di Poe, la mostra delle illustrazioni del pittore spagnolo per la poesia di Edgar Allan Poe, fino al 5 febbraio al Museo Thyssen-Bornemisza.

Inoltre in questo mese si inaugurano due delle mostre d’arte più importanti dell’anno: la retrospettiva su M.C. Escher alla nuova sala di esposizioni Palacio de Gaviria e Bacon. La questione del disegno, dal 13 febbraio al Círculo de Bellas Artes.

Ai più sportivi raccomando la Mezza Maratona Fuencarral-El Pardo 2017, la partita del Campionato Europeo di Rugby tra Spagna e Russia e i principali incontri del mese di febbraio della Liga e della Champions League: Atlético de Madrid – CD Leganés (Stadio Vicente Calderón. 5 febbraio); Atlético de Madrid – RC Celta de Vigo (Stadio Vicente Calderón. 12 febbraio); Real Madrid – Napoli (UEFA Champions League. Ottavi di finale. Partita di andata – Stadio Santiago Bernabéu. 15 febbraio); Real Madrid – RCD Espanyol (Stadio Santiago Bernabéu. 18 febbraio); Atlético de Madrid – FC Barcelona (Stadio Vicente Calderón. 26 febbraio); e Real Madrid – UD Las Palmas (Stadio Santiago Bernabéu. 1 marzo).

 

 

Tags: , , , ,
 
Top