Bloggin Madrid

Dove vedere buon flamenco

Categoria: Divertimento maggio 28, 2015
Casa Patas

Casa Patas

È una delle domande che mi fanno con più frequenza. Nonostante sia vero che il flamenco è una danza tipica andalusa e non madrilena, è a Madrid che si muove tutta l’industria discografica che consente di far conoscere il flamenco nel mondo, qui iniziano gli artisti che riempono le sale dei teatri più prestigiosi di mezzo mondo. Chiunque voglia avere successo in qualsiasi categoria di quest’arte deve necessariamente passare per questa città. Tra i quartieri di Lavapiés e La Latina vivono le grandi famiglie del flamenco di tutti i tempi, Joaquín Cortés, per citare qualcuno, è uno dei vicini più illustri de La Latina.


Dove possiamo vedere i migliori spettacoli di quest’arte, che è stata dichiarata Patrimonio Immateriale dell’Umanità dall’ UNESCO? Ti rispondo in questo post.

Corral de la Morería

Corral de la Morería

 

Il Corral de la Morería è uno dei “tablaos” più antichi della capitale. Gary Cooper, John F. Kennedy, Pablo Picasso, Salvador Dalí, Nicole Kidman, Adrian Brody e Richard Gere sono solo alcuni dei personaggi famosi che hanno visitato questo tempio del flamenco. Isabel Pantoja, La Chunga, Antonio Gades, Blanca del Rey e Pastora Imperio si sono esibiti su questo palco e oggi giorno il locale dispone di una compagnia propria di ballerini, chitarristi e cantanti di flamenco. Il Corral de la Morería è la prima opzione se vogliamo unire l’esperienza artisitica con quella culinaria. Il chef José Luís Estevan, il sommelier Natalio del Álamo e uno staff di camerieri attenti e discreti vi faranno vivere un’avventura gastronomica unica. Il prezzo dell’opzione spettacolo + menú degustazione supera di gran lunga quella degli altri (dagli 80 euro in su) che menzionerò di seguito, ma ne vale la pena. Se vuoi farti un regalo, è questo il luogo. È indispensabile prenotare.

 

Se stai passeggiando per il ‘Madrid de los Austrias’, ti suggerisco di fermarti al “tablao” Las Carboneras, al piano terra dell’antico palazzo del Conte de Miranda. Sul suo palco sono passati cantanti e ballerini di flamenco del calibro di Montse Cortés e José Anillo, le chitarre di Juan Soto e Flavio Rodríguez, artisti come “La Tacha”, Manuela Vega, Alfonso Losa e David Paniagua e alcuni dei migliori cantanti e ballerini di flamenco del momento, come Rafael Amargo, Manuel Reyes, Rocío Molina e Yolanda Heredia.

Torres Bermejas

Torres Bermejas

 

Se vuoi tuffarti nell’atmosfera andalusa, senza abbandonare il centro di Madrid, ti consiglio di andare a Torres Bermejas, a due passi dalla Gran Via. In questo locale, decorato riprendendo i motivi dell’Alhambra di Granada, si sono esibiti Camarón e Paco de Lucía.

 

Sempre nelle vicinanze della Gran Vía si trova Café de Chinitas, situato all’interno di un magnifico palazzo del XVIII secolo. Sul suo palco, decorato con enormi e coloratissimi scialli di Manila, hanno sfilato Rosario, Pastora Imperio, La Chunga o María Vargas. il primo Café de Chinitas è stato inaugurato a metà del XIX secolo a Malaga ed è diventato talmente famoso da essere citato da Lorca in una delle sue opere. Anche qui sono stati avvistati alcuni client illustri, come i Re di Spagna, Bill Clinton o Lady Diana.

Nonostante sia più un club che un “tablao” tradizionale, Cardamomo è un altro dei luoghi di culto del flamenco. Ha visto avvicendarsi diversi artisti importanti, come La Barbería del Sur, Capullo de Jerez o Pepe Luis Carmona.

Las Tablas

Las Tablas

 

Al confine tra la Gran Vía e Princesa troviamo Las Tablas, che accoglie anche spettacoli di marionette, cantastorie e pièce teatrali d’avanguardia. Non mancano tapas e vino per assaporare l’esperienza a 360 gradi.

 

El Candela è per molti uno dei luoghi dove terminare la serata nei dintorni del quartiere di Lavapiés, ma in realtà è un altro dei templi del flamenco a Madrid, infatti Camarón lo frequentava spesso. È situato all’interno di antiche grotte utilizzate in passato come nascondiglio di un gruppo di banditi capitanati dal famoso Luis Candelas, da cui prende il nome. Oltre al palcoscenico principale, prevede anche uno riservato in cui si organizzano quotidianamente sessioni di flamenco e dove tutti sono invitati a cantare, a suonare e a ballare. El Candela non dispone di menú e offre spettacoli per meno di 15 euro, anche se meno frequenti, rispetto alle altre sale. Consulta la programmazione sulla pagina di facebook.

Villa Rosa è un’altra tappa di questo percorso al ritmo di taconeados, zapateados e nacchere. Si tratta di un luogo storico della notte madrilena più tradizionale. Facilmente riconoscibile per l’impressionante facciata rivestita di piastrelle di ceramica (azulejos), dispone di saloni decorati da archi e ricchi soffitti a cassettoni. Tra i clienti più illustri, è doveroso citare Ernest Hemingway e Ava Gardner. Se hai visto “Tacchi a spillo”, questo locale ti sembrerà molto familiare… Pedro Almodóvar ha girato qui la prima scena del film interpretato da Victoria Abril e Miguel Bosé.

Casa Patas è un classico per gli appasionati di flamenco a Madrid. Al suo interno si tengono consegne di premi di flamenco e di trofei delle corride, presentazioni di dischi o libri e mostre fotografiche. Premio Enrique Maya, per il suo contributo allo sviluppo e diffusione dell’Arte Flamenco e il suo lavoro a favore dell’integrazione del popolo gitano, ha ospitato sul palco Enrique Morente, Estrella Morente, Remedios Amaya, Duquende, Arcangel, Antonio Canales, Farruquito, Sara Baras, Tomatito, Raimundo Amador, Juan Habichuela, Rafael Riqueni, Diego del Morao, Manuel Parrilla… così come i grandi del  flamenco jazz, come Jorge Pardo, Chano Dominguez o Jerry González.

Casa Patas

Casa Patas

 

Quasi tutti i locali menzionati ti offrono le opzioni di drink + spettacolo (dai 25 euro in su) o di cena + spettacolo (sui 50 euro).

 

Se vuoi prescindere dell’atmosfera andalusa o del drink e le tapas, ti consiglio di dare uno sguardo alla programmazione teatrale di Madrid. Per 25 euro o meno puoi vedere spettacoli di gran qualità, protagonizzati da artisti di prestigio. E se visiti Madrid in estate, non perderti Suma Flamenca e Los Veranos de la Villa! Entrambi sono un’occasione unica per ascoltare il flamenco tradizionale, ma anche quello più contemporaneo e fusion.

Conoscere il flamenco più autentico è una delle forme migliori di vivere intensamente la cultura spagnola, dedica una sera del tuo viaggio a quest’arte millenaria.

Tags: , , , ,
 
Top