Bloggin Madrid

10 luoghi per assaporare il ‘dolce Natale’ a Madrid

Categoria: Mangiare e bere dicembre 22, 2015

Sebbene il nostro panettone abbia oltrepassato le frontiere nazionali, questo dolce gioca un ruolo secondario nel Natale madrileno. I veri protagonisti delle tavole e delle vetrine delle pasticcerie sono: torroni, marzapane, frutta candita, mantecados (dolcetti al burro) e el roscón de Reyes (una specie di ciambella di pane dolce decorata con frutta candita e che può essere farcita con panna, cioccolato o crema).  

Se visiti Madrid durante le feste non puoi non recarti in una delle pasticcerie storiche della città. La maggior parte si trova nei pressi di Sol, come Casa Mira (C/ Carrera de San Jeronimo, 30), che elabora torroni artigianali durante tutto l’anno, fin dal 1942. I tipi di torrone spagnoli e madrileni vanno ben oltre le nostre ricette classiche (morbido o duro, al cioccolato, alle mandorle, alle nocciole o ai pistacchi). Qui li troverai anche alla frutta, al tuorlo d’uovo tostato, al marzapane, al cocco… Vale la pena fare la lunga fila che spesso si forma durante il periodo natalizio!

Non molto lontano da Casa Mira, si trovano la Antigua Pastelería del Pozo (C/ Del pozo, 8) e El Riojano (C/ Mayor, 10). Il primo è famoso per il pan de Cádiz (pane di Cadice), un dolce a metà strada tra il torrone e il panetto dolce, ripieno di marzapane, tuorlo d’uovo, mela cotogna e cocco.

Il secondo è un piccolo negozio dichiarato Patrimonio Artistico e fondato dal pasticcere della Regina Elisabetta nel 1855. Gli stessi falegnami reali si occuparono della decorazione del locale, realizzato in mogano e marmo di Carrara. Oltre ai dolci tipici madrileni, vale la pena provare i bartolillos (dolci fritti ripieni di crema), i pestiños (una specie di chiacchere o frappe con miele) e la torta alle mandorle. Inoltre, El Riojano dipone di un’elegante sala da the, per accompagnare la tua dolce pausa con un the o un caffè.

Un altro classico, in piena Piazza del Sol, è la pasticceria La Mallorquina (anch’essa accoglie una sala da the), fondata nel 1894. La napolitana de crema (una specie di saccottino ripieno di crema) è il mio dolce favorito, che, a Natale, viene surclassata dai torroni e dal roscón de Reyes.

Horno La Santiaguesa (C/ Mayor, 73) si trova a Sol però ha un aspetto un pò più moderno. I suoi  piatti forte sono i torroni artigianali, il marzapane, la frutta candita, i polvorones (biscotti di pasta frolla che qui preparano con olio d’oliva) e il guirlache (un torrone duro con mandorle tostate e toffee).

Tra le pasticcerie storiche dove poter assaporare il Natale madrileño o poter acquistare un dolce souvenir, ti segnalo anche Viena Capellanes, fondata nel 1873. Questo gruppo dispone di circa 20 punti vendita sparsi per tutta la città, per cui è un’ottima soluzione se hai voglia di provare una specialità natalizia e non ti trovi nei pressi di Sol.

Un altro forno che offre vari punti vendita (anche uno al Mercado de San Miguel) è Horno de San Onofre, famoso per preparare uno dei migliori roscones de Reyes di Madrid. Oltre alle ricette tradizionali – vuoto, con panna, cioccolato o crema –, troverai altre proposte originali: con nocciole, lamponi, marmellata di zucca e la mia favorita, con crema malaga (rum  e crema pasticcera).

È probabile che al suo interno si trovino una fava e un piccolo regalo. Se ti tocca il pezzo con la fava, la tradizione vuole che dovrai pagare, se ti tocca il piccolo regalo, è un simbolo di buon auspicio.

El Roscón de Reyes è il dolce che non può mancare a tavola il 6 gennaio – Il giorno dei Re Magi, molto celebrato in Spagna e a Madrid e in cui ci si scambiano i regali -, ma in realtà puoi trovarlo nelle pasticcerie fin dalla fine del mese di novembre. La tradizione più diffusa è quella di fare colazione o merenda, il 6 gennaio, con una cioccolata calda e un pezzo di Roscón.

Gli altri luoghi da tenere in considerazione per assaggiare un delizioso roscón de Reyes tradizionale sono: Nunos, che ogni anno stupisce i suoi clienti con le ricette più bizzarre; Levadura Madre, che dispone anche di un kit per preparare il roscón a casa; Mamà Framboise, che lo elabora con pasta di brioche aromatizzata e di lunga fermentazione per garantirne gli aromi e la sofficità; e Vait, con le sue versioni al caffè, cioccolato con arancia o alla fragola.

Il nostro panettone ormai lo trovi ovunque, nella versione industriale (nei supermercati)  o artiginale (nelle pasticcerie). Uno dei miei favoriti è il pandoro Perbellini di Marco Pasta Fresca. E se hai voglia di rompere gli schemi, fai un salto a Rocambolesc e chiedi un gelato al panettone!

 

Tags: , , , ,
 
Top