Bloggin Madrid

Dove fare il brunch a Madrid

Categoria: Mangiare e bere settembre 11, 2015

Quando siamo in vacanza è quasi impossibile rispettare la routine. Facciamo tardi la sera, ci svegliamo tardi, abbiamo voglia di fare colazione, ma anche di mangiare qualcosa di salato… La soluzione è il brunch. Molti ristoranti e hotel di Madrid lo includono nel loro menú del fine settimana, alla carta o con un prezzo e dei piatti fissi. In questo post ho selezionato i migliori, con diverse proposte gastronomiche, con un buon rapporto qualità/prezzo e adatti a tutti i tipi di budget.      

Quello de El Recuerdo non è un vero e proprio brunch, ma bensì una colazione americana (disponibile tutti i giorni e a qualsiasi ora) a un prezzo imbattibile: 3,90 euro. Consta di uova fritte, bacon e patate fritte, bibita o birra e caffè. Inoltre, puoi prendere un succo d’arancia naturale a 1,80 o a 3,35 euro, a seconda del formato. Durante la bella stagione dispongono di tavoli all’aperto.

Anche El Velazquez 17 offre il brunch (domenica dalle ore 12 alle ore 18) all’aria aperta, tempo permettendo. La formula è quella adottata dai paesi anglosassoni: chiedi alla carta e paghi per quello che consumi. Tra i musts del menú, si trovano le uova benedettine e i cocktails Bellini o Mimosa.

Per i mesi estivi (sabato e domenica fino a settembre), Arquibar propone la possibilità di fare il suo celebre brunch in piscina, in un parco o ovunque tu voglia. Include succo multifrutta naturale (arancia, banana, pera, mela, kiwi); limonata fresca; frutta (melone, anguria, ciligie, etc.); insaccati (bresaola, salame iberico de bellota, chorizo, formaggio, etc.); 3 tipi di pane (di pomodoro con olive nere, integrale con cereali e pane gallego); pomodoro tritato, olio e sale; omelette (pomodoro cherry e mascarpone o pere e miele).  Per prenotare la tua cesta picnic (20 euro) devi chiamare al 91 5598148.

Il brunch (25 euro) de La Cuchara è latino e cambia costantemente. Inoltre, la domenica dalle ore 13 alle ore 16 ci dilettano con della musica dal vivo. Possiamo scegliere tra i brunches tradizionale, orientale o caraqueño. Tra l’ampia gamma di piatti, vi sono insalate, tequeños, dolci andini, arepas, il famoso formaggio fresco venezuelano, carne mechada, etc.

Un’altra buona opzione per assaporare la cucina latinoamericana è il brunch de La Candelita (domenica dalle 12:30 alle 16 – 25 euro). La colazione criolla prevede carne mechada, fagioli neri, uova strapazzate con formaggio fresco grattuggiato e arepas o uova benedettine con un tocco piccante o uova alla coque con bechamel e jalapeños. Pancakes con marmellate e miele, un’insalata e una cachapa con formaggio guayanés completano l’offerta. Se hai voglia di accompagnare il pasto con un cocktail, ti cosniglio di prendere un Espresso Martini con rum, arakú e caffè o un mojito di basilico e fragole con rum gran riserva. Puoi anche ordinare la colazione continentale (uova strapazzate, salsicce e pane tostato).

Il brunch de El Jardín del Hotel InterContinental (domenica dalle 13:30 alle 16 – 54 euro) è ideale per i più golosi. Preparano all’istante sushi e tartare di carne o di pesce e consta di un gran buffet dove non manca niente (patés, insalate, formaggi, uova, risotti, succhi, dolci, etc.) Durante l’anno organizzano brunches a tema (di pesce, di regioni spagnole,etc.).

La proposta di The Westin Palace (domenica dalle 13:30 alle 15:30 – 77 euro) rappresenta il non plus ultra del lusso: opera dal vivo sotto una magnifica cupola di cristallo e un buffet completissimo (crostacei, aragosta, prosciutto iberico, formaggi, foie, carne, pesce, paella tartine, fondue di cioccolato con frutta, panna e savoiardi).

Tra le altre opzioni all’altezza di un hotel cinque stelle però a un prezzo più abbordabile (39 domenica dalle 13 alle 16 – 39 euro), troviamo il brunch dell’AC Santo Mauro Hotel, situato nel palazzo del Duque de Santo Mauro. Il menú include un cocktail Mimosa; un succo; caffè, the o infusione; una cesta di diversi tipi di pane e dolci; e un piatto principale a scelta. Se puoi, prenota un tavolo all’aperto!

Federal café, un celebre locale di Barcellona che da poco più di due anni ha aperto una succursale nella capitale madrileña, è molto frequentato dalle famiglie e dagli amanti del buon caffè o del cappuccino. Qui il brunch (da martedì a venerdì dalle 8 alle 13, sabato dalle 9 alle  16, domenica dalle 9 alle 17:30) è alla carta e costa 18 euro circa.

Il brunch preferito delle donne è quello del patio nascosto (riscaldato in inverno) de La Tita Rivera (sabato, domenica e festivi dalle 10 alle 14 – dai 12 ai 17 euro), che prevede 3 menù o che può essere alla carta. Tra le proposte gastronomiche, vi sono una minicesta di dolci e bagel, un’insalata, un bicchiere di sidra, etc.

Agli appasionati della Full English Breakfast, consiglio di provare quella del Mür Café (disponibile tutti i giorni e a qualsiasi ora – 11 ,50 euro): salsicce, uova, bacon, beans, morcilla, caffè o the. Questo bar della zona del Conde Duque dispone anche di un’opzione per vegetariani.

Il brunch più anglosassone di Madrid si serve al BristolBar (sabato e domenica, dalle 12 alle 16.30 – 21,50 euro), un autentico british bar. L’opzione ‘completa’ include succhi, dolci o cereali, pane tostato, yogurt o frutta, uova benedettine o strapazzate con cheddar e curry o Eggs Royal (pane tostato, salmone affumicato, uova in camicia e salsa olandesa), etc.

Se preferisci fare un pasto più spagnolo, ti raccomando il brunch de La Carmencita (sabato e domenica dalle 12 alle 2 – 12 euro) un’antica taverna rimessa in funzione dal ristoratore santanderino Carlos Zamora. Questa proposta castiza prevede uova benedettine ecologiche, roast beef ecologico, cornetto, pane tostato con prosciutto, marmellate, succo d’arancia o di frutta e yogurt.

Tags: , , ,
 
Top