Morena Morante Morena Morante

Dove assaggiare una buona ‘torrija’

Categoria: Mangiare e bere marzo 17, 2016

Ogni festa tradizionale ha i suoi dolci tipici e la torrija è il dolce simbolo della Pasqua spagnola. Si tratta di una fetta di pane fritta inzuppata nell’uovo, il latte aromatizzato con cannella e/o crosta di limone e/o di arancia o con vino, e ricoperta di zucchero. Una ricetta semplice e popolare, che in alcuni ristoranti o pasticcerie ha un sapore sublime. Ti racconto dove.      

Formentor, famoso per elaborare delle ensaimadas buonissime (dolce tipico di Maiorca), prepara delle deliziose torrijas, pero solo durante la Quaresima e la Pasqua. Sono secche  e dorate fuori e soffici e cremose dentro. La famiglia Corteza offre alcune delle migliori torrijas di Madrid fin dal 1956. Il segreto? L’ottima scelta delle materie prime.

A La tasquita de enfrente la preparano con pan brioche e al forno. Il suo autore, Juanjo López Bedmar, è un appassionato delle ricette di stagione, infatti in questo ristorante puoi trovare ogni giorno moltissimi piatti fuori carta diversi. La torrija e altri grandi classici del locale, come l’insalata russa, si servono invece durante tutto l’anno.

Oltre alle classiche o alle light con frutta, Nunos ci stupisce ogni anno con una collezione molto originale. Nel 2016 il pasticcere José Fernández si è ispirato al sushi e ha creado Amai age by Nunos, i cui i sapori dell’autentico sushi si fondono con quelli della torrija. Le più buone, secondo me, sono la torrija di té verde Matcha con pistacchi e riso ‎yuzu e quella di cioccolato, riso con latte fritto e sesamo nero.

Nel quartiere di Chamberí, Sylkar (C/ Espronceda, 17) serve un’ottima torrija, cremosa, quasi liquida, durante tutto l’anno. Ti consiglio di assaggiare anche la loro celebre tortilla (frittata) di patate!

El riojano, fondato nel 1855 da Dámaso de la Maza, pasticcere della Casa Reale e della Regina Elisabetta, deve il suo nome alle origini di Dámaso – La Rioja – e al soprannome con cui era chiamato. Las torrijas de El riojano sono al latte o al vino e possono degustarsi solo a Pasqua. Come curiosità, il Venerdì Santo preparano fino a 800 torrijas al giorno!

Se sei un ferreo tradizionalista e non riesci a concepire una vera Pasqua senza colomba, ti consiglio di andara da Marco Pasta Fresca – uno dei miei punti di riferimento per comprare prodotti italiani di qualità a Madrid -, nel Mercado Barcelò, e prendere la colomba veronese Perbellini.

E adesso non mi resta che augurarti una Felice Pasqua.

Tags: , , ,